Vai a sottomenu e altri contenuti

Matrimonio

DESCRIZIONE

Nella maggior parte delle culture il matrimonio è un legame fra un uomo e una donna allo scopo di formare una famiglia. L'articolo 16 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo afferma:

Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all'atto del suo scioglimento.
Il matrimonio potrà essere concluso soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi.
La famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società e ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato.
Il concetto di matrimonio è legato a quello di famiglia: i due coniugi formano un nucleo familiare che spesso in seguito si espande con i figli. Perciò, il matrimonio non solo serve gli interessi di due individui, ma anche gli interessi dei loro figli e della società di cui fanno parte,conferisce diritti e doveri circa la nascita di bambini, le proprietà, i legami di parentela, le relazioni con la società, l'eredità.

La Costituzione italiana all'articolo 29 stabilisce che: ''La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Il matrimonio è ordinato sulla eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell'unità familiare''.

Nell'ordinamento giuridico italiano il matrimonio è un istituto giuridico regolato dal codice civile all'interno del cosiddetto ''Diritto di famiglia''' e viene formalizzato con l'iscrizione di un atto pubblico nei registri dello stato civile del Comune.

Lo Stato italiano riconosce, oltre al matrimonio celebrato davanti all'Ufficiale di Stato Civile (così detto matrimonio civile) anche i seguenti matrimoni religiosi:

  • Matrimonio celebrato davanti al Ministro di culto cattolico (così detto matrimonio concordatario)
  • Matrimonio celebrato davanti al Ministro di un culto ammesso dallo Stato, idoneo a produrre effetti civili.

In tutti i casi devono precedentemente eseguirsi le pubblicazioni di matrimonio. Il matrimonio potrà essere celebrato solo una volta in possesso del certificato di eseguite pubblicazioni e prima che siano trascorsi 180 giorni dalla data del certificato stesso.

MATRIMONI CIVILI

Il ''Regolamento Comunale per la Celebrazione dei Matrimoni Civili del Comune di Nurachi'', disciplina le celebrazioni ai sensi degli artt. 106 e seguenti del codice civile.

Per la celebrazione del matrimonio civile presso il Comune di Nurachi, i nubendi dovranno farne richiesta all'Ufficio di Stato Civile con congruo anticipo, specificando:

  • Il luogo della celebrazione (aula consiliare o ufficio del Sindaco). Prima della scelta, previo accordo con l'Ufficiale dello Stato Civile, potranno essere visitate le sale.
  • data e ora della cerimonia, precedentemente concordata con l'Ufficiale di stato civile. Dalla data della domanda alla data di celebrazione del matrimonio dovranno decorrere almeno quindici giorni;
  • copia documento di identità in corso di validità e recapiti telefonici dei nubendi;
  • scelta del regime patrimoniale di comunione o separazione dei beni;
  • nominativi dei testimoni e rispettive copie dei documenti di identità in corso di validità;
  • eventuale scelta del celebrante, ai sensi dell'articolo 109 del codice civile, con indicate le motivazioni di necessità o convenienza che hanno determinato la scelta;
  • eventuale celebrazione di matrimonio per delega, ai sensi dell'art. 1, comma 3, del D.P.R. 03.11.2000, n. 396.

COSTI

la celebrazione del matrimonio civile, così come regolata dal Capo III del Titolo VI del Codice Civile recante 'Del matrimonio celebrato davanti all'Ufficiale dello Stato Civile', è attività istituzionale gratuita e non può essere assoggettata ad oneri nei casi ordinari ed in quelli previsti dagli articoli 101 e 110 C.C., ovvero per i matrimoni in imminente pericolo di vita e per la celebrazione fuori della casa comunale;

I casi ordinari ricomprendono i matrimoni civili celebrati per i nubendi residenti (almeno uno) nel Comune di Nurachi e all'interno dell'orario di servizio dell'Ufficio di Stato Civile. Per orario di servizio si intende: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 14.00; il martedì e il giovedì anche dalle ore 15,30 alle 18.30, ad esclusione dei mesi di luglio e agosto, nei quali non si effettua servizio pomeridiano;

In ogni caso non si effettuano celebrazioni di matrimonio nei seguenti giorni festivi: 1 e 6 gennaio; domenica di Pasqua e Lunedì dell'Angelo; 25 aprile; 1 maggio; 2 giugno e 24 giugno (festa del patrono di Nurachi); 15 agosto; 1 novembre; 8, 25 e 26 dicembre.

Al di fuori dei casi ordinari, per la celebrazione del matrimonio civile sono previste le seguenti tariffe:

Sposi residenti o di cui uno residente:

  • pomeriggi del lunedì, mercoledì e venerdì - pomeriggi da lunedì a venerdì nei mesi di luglio o agosto: € 75,00;
  • sabato: € 100,00
  • domenica mattina: € 125,00

Sposi non residenti:

  • in orario di servizio: € 120,00
  • pomeriggi del lunedì, mercoledì, e venerdì - pomeriggi da lunedì a venerdì nei mesi di luglio e agosto: € 160,00
  • sabato: € 240,00
  • domenica mattina: € 280,00

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Modulo richiesta per celebrazione matrimonio civile Formato rtf 1026 kb
Richiesta delega per celebrazione di matrimonio Formato rtf 26 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Servizi Demografici e Ufficio Protocollo
Referente: Giorgina Melis
Indirizzo: Piazza Chiesa n. 12, 09070 Nurachi (OR)
Telefono: 0783412085  
Fax: 0783412086  
Email: demografici@comune.nurachi.or.it
Email certificata: demografici@pec.comune.nurachi.or.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto