Vai a sottomenu e altri contenuti

Assegno di maternità

L'assegno spetta, per ogni figlio nato, alle donne che non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità (indennità o altri trattamenti economici a carico dei datori di lavoro privati o pubblici), o che beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto all'importo dell'assegno (in tal caso l'assegno spetta per la quota differenziale).

Alle medesime condizioni, il beneficio viene anche concesso per ogni minore in adozione o affidamento preadottivo purché il minore non abbia superato i 6 anni di età al momento dell'adozione o dell'affidamento (ovvero la maggiore età in caso di adozioni o affidamenti internazionali). Il minore in adozione o in affidamento preadottivo deve essere regolarmente soggiornante e residente nel territorio dello Stato.


L'assegno di maternità è erogato dai comuni ma viene corrisposto alla richiedente dall'Inps e in un'unica soluzione: l'importo totale è di 1713 euro, pari a 5 mensilità di 342,62 euro.

Requisiti

Possono presentare domanda e ricevere l’assegno di maternità dei comuni le mamme prive di impiego o disoccupate che presentano un modello Isee dal valore non superiore a 17.141,45 euro. Hanno diritto all’assegno di maternità i cittadini italiani, comunitari o stranieri con permesso di soggiorno in caso di parto, adozione o affidamento preadottivo.

Costi

Non è previsto alcun costo; la domanda si presenta in carta semplice.

Normativa

L'assegno è stato istituito dall'art.66 della legge n.448/98 con effetto dal 01.01.1999 ed è oggi disciplinato dal D.P.C.M. 21 dicembre 2000 n.452 e dall'art.74 del D.Lgs.151/2001 (Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità).

Documenti da presentare

I documenti da inoltrare sono:
• dichiarazione sostitutiva unica;
• ISEE in corso di validità, riferito all'anno precedente rispetto a quello di presentazione della domanda;
• Valido documento d'identità e codice fiscale.

Termini per la presentazione

La domanda, compilata su apposito modulo, va presentata all'ufficio competente entro 6 mesi dalla nascita del figlio o dall'ingresso in famiglia del bambino in caso di adozione e non è cumulabile con l’Assegno di Stato e con i trattamenti previdenziali di maternità.

Incaricato

Ufficio Servizi sociali

Tempi complessivi

Trenta giorni dalla data di ricezione della domanda.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
MODULO ASSEGNO DI MATERNITA' Formato rtf 2048 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto